Il pianeta che speriamo

Ambiente, lavoro, futuro

Taranto, 22 ottobre 2021.
49a Settimana Sociale dei Cattolici Italiani.


I partecipanti

Dopo Taranto: i giovani del Manifesto dell’Alleanza riprendono il cammino

Al termine della Settimana Sociale di Taranto, i giovani hanno proposto alla Chiesa e alla società civile italiana il “Manifesto dell’Alleanza”, un “esperimento politico di comunità” per “camminare con tutte le persone di buona volontà” verso modelli che sappiano dare risposta al grido della Terra e al grido dei poveri. Un modo concreto per “organizzare la speranza”.

Il cammino adesso continua. Venerdì 26 novembre, alle 18.30, sulla pagina Facebook “Settimane Sociali dei Cattolici Italiani” e sul canale Youtube “Ufficio nazionale problemi sociali e lavoro” sarà presentato in diretta streaming il percorso scaturito proprio dai giorni di Taranto. Un “Black Friday” alternativo, insomma, basato sull’ecologia integrale.

Nel corso della diretta – visibile a tutti senza iscrizione e disponibile anche successivamente sugli stessi canali – verranno ricordati i punti salienti del Manifesto, basato su sette impegni e su un preciso «modello di condivisione, di cooperazione e discernimento collettivo che ci permetta insieme di rigenerare e condividere i rischi della transizione». Non solo: verranno presentate le analisi del monitoraggio sui progetti di alleanza già avviati nei territori e le storie concrete che incarnano i principi del Manifesto. Inoltre saranno consegnate a tutti i giovani – e meno giovani – d’Italia le coordinate per diventare parte attiva del percorso, a partire dagli incontri via Zoom che si terranno lunedì 29 novembre 2021 per il Nord Italia, lunedì 6 dicembre per il Centro e lunedì 13 dicembre per Sud e Isole.

L’obiettivo concreto è trasformare dei bei principi in «impegni concreti di alleanze per la transizione ecologica, economica e sociale integrale, speranza e impegni che ci fanno riscoprire fratelli e sorelle». «Sono molto contento dell’entusiasmo che è scaturito a Taranto – osserva Pietro Rufolo, tra gli autori del Manifesto – e vorrei che questo vento di condivisione e concretezza soffi sempre più nei nostri territori. Con i giovani della Settimana Sociale ci impegniamo a continuare a diffondere le idee del Manifesto, a dare una mano a mettere in rete le realtà che già operano su questi temi e a continuare a pensare proposte di progetto».