Le conclusioni della Settimana Sociale
I 1300 delegati alla 47ª Settimana Sociale hanno “preso la partenza” da Torino portando con sé il frutto del lavoro delle otto assemblee tematiche, nelle quali si è dato un nome ai problemi e alle possibili soluzioni alla luce del progetto famiglia.
L''intervento del prof. Stefano Zamagni
“Altro che luogo di affetti e basta”, la famiglia è “il massimo generatore di capitale umano, capitale sociale, capitale relazionale”. A ribaltare una concezione diffusa che vede “la famiglia solamente come una delle voci di spesa del bilancio pubblico e non anche come risorsa strategica per lo sviluppo umano integrale”.
La relazione del prof. Gian Carlo Blangiardo
Entro il 2031 il numero di persone sole arriverà a superare gli 8,2 milioni di famiglie, le coppie senza figli aumenteranno fino a 6,4 milioni, le coppie con figli imboccheranno il sentiero della decrescita che le porterà, nell’arco dei 10 anni successivi, ad una perdita di circa 400 mila unità.
Il Papa alle Settimane Sociali
La famiglia – frutto “dell’unità nella differenza tra uomo e donna e della sua fecondità” e “bene per tutti” – rimane “il primo e principale soggetto costruttore della società e di un’economia a misura d’uomo”. Come tale dunque “merita di essere fattivamente sostenuta”. Lo ricorda Papa Francesco.
L'intervento del Presidente Enrico Letta
“Solo se c’è fiducia, questo Paese si salverà”. Ne è convinto Enrico Letta, presidente del Consiglio, per il quale è fondamentale “creare fiducia, perché senza fiducia le famiglie non fanno figli”. E la fiducia, ha spiegato, “viene soltanto da scelte, da politiche di welfare, dalla lotta alla disoccupazione giovanile, per ridare futuro ai giovani”.
Archivio news
rss feed
fotogallery
Galleria video
Documento preparatorio alla 47a Settimana Sociale dei Cattolici Italiani
Contributi dalla diocesi
Nota pastorale Ripristino e rinnovamento delle settimane sociali dei cattolici italiani - 20 nov 1988
Avvenire: Settimane Sociali
Sir: Durante l'evento
Agensir news
Progetto Policoro